· 

Emergenza overdose

 

Nell'ultimo mese in Toscana e in Emilia Romagna si sono verificate molte overdosi da oppiacei, di cui 8 con conseguenze letali (4 tra Prato e Firenze, 4 a Bologna), oltre almeno 3 decessi sospetti (fonte: https://www.geoverdose.it).

 

La causa più accreditata al momento è che sia in circolazione eroina di alta qualità, ma c’è anche il timore che siano apparse sul mercato sostanze come Fentanyl e suoi simili, oppioidi di sintesi molto potenti. Di fronte a questa situazione di emergenza occorrono misure concrete per tutelare la vita delle persone esposte al rischio, non limitandosi a una risposta esclusivamente repressiva.

Ricordiamo che esiste un farmaco salvavita in caso di overdose da oppiacei, il Naloxone (Narcan), che è un farmaco da banco, cioè venduto in farmacia senza obbligo di prescrizione medica, accessibile liberamente a qualsiasi cittadino.

Essendo un farmaco salvavita la legge prevede che le farmacie siano obbligate ad averlo sempre a disposizione, anche se nei fatti il Naloxone è spesso difficilmente reperibile nelle farmacie pubbliche e nei servizi. Il Naloxone è distribuito dalle Unità di Strada attive sul territorio e dai pochi servizi di Bassa Soglia presenti.

 

Il Narcan può salvare la vita di chi finisce in overdose a patto che i consumatori ne siano ampiamente forniti, formati sul suo utilizzo e sensibilizzati sui maggiori fattori di rischio di overdose, tra i quali il consumo in luoghi isolati e in solitudine.

Ricordiamo anche che esistono kit che possono essere usati facilmente dai consumatori per individuare la presenza eventuale di fentanyl nell’ eroina e che, se diffusi, potrebbero rappresentare uno strumento efficace di prevenzione delle overdosi.

Ricordiamo che è di estrema importanza chiamare tempestivamente il 118 nel caso ci si trovi di fronte a un’overdose. L’operatore del 118, oltre ad attivare il mezzo di soccorso, guida l’utente nelle manovre di rianimazione e se disponibile anche alla somministrazione del Naloxone. L’attivazione del sistema d’emergenza in caso di overdose è un obbligo morale per tutti e se omessa configura il reato di omissione di soccorso.

Per fronteggiare questa situazione di emergenza, come rete di servizi di Riduzione del Danno territoriali abbiamo deciso di potenziare le seguenti azioni, già parte della normale attività:

 
Incrementare la distribuzione mirata di naloxone (anche nella versione utilizzabile con atomizzatore per somministrazione intranasale) nei luoghi di consumo del territorio fiorentino e pratese.
 

Collocare fiale di narcan in luoghi strategici segnalati dai consumatori in modo che siano prontamente raggiungibili in caso di emergenza
 
Organizzare momenti di formazione rivolte ai consumatori e alla cittadinanza sulle tecniche di primo soccorso e sull’ uso del naloxone

 

Per maggiori informazioni potete contattare i servizi di Riduzione del Danno attivi sul territorio:

 

Outsiders Firenze

3495656474

 

Outsiders Prato

3495564977

 

Centro Java

via Petrapiana ang. Via Fiesolana 055 2340884 centrojavafi@gmail.com

FB: Centro Java

 

Porte Aperte

via del Romito 19 055683627