· 

La carovavana “Mai senza Naloxone”

La campagna “Mai senza Naloxone” è un’iniziativa nazionale promossa da ITARdD e da Forum Droghe alla quale hanno aderito SITD e FEDERSERD.

 ITARdD (Rete Italiana per la Riduzione del Danno) è un network al quale aderiscono operatori del pubblico e del privato e persone che usano droghe impegnate nella Riduzione del Danno (RdD), associazioni e cooperative che gestiscono di servizi RdD in tutta Italia. La rete è impegnata nello scambio di buone pratiche e nella advocacy della Riduzione del Danno nella società e nelle istituzioni.

 Garantire alle persone che usano droghe il Naloxone è una delle strategie di RdD più efficaci per prevenire le morti da overdose: nella maggior parte dei casi chi assiste a una overdose è un altro consumatore. L’Italia è uno dei pochi paesi nel quale il Naloxone è farmaco da banco. Anche per questo nel nostro paese si è sviluppato negli anni un modello di distribuzione del farmaco salvavita alle persone che usano droghe da parte dei servizi (Take Home Naloxone) che è stato esempio in tutto il mondo.

 Ciononostante l’accesso del Naloxone è disomogeneo. Ci sono intere Regioni nelle quali non è consegnato ai consumatori, e ce ne sono altre nelle quali la distribuzione si limita ad alcune città. Ancora oggi poi, sono tante le farmacie che non tengono il farmaco o ritengono che si possa consegnare solo su prescrizione medica. Le ragioni di questa situazione sono diverse e cambiano a seconda del territorio. ITARdD ha lanciato la campagna “Mai senza Naloxone” per promuovere un cambiamento affinché il Naloxone sia accessibile ovunque.

Ci auguriamo che ogni SerD d’Italia e ogni servizio di RdD lo consegnino ai consumatori e che tutte le farmacie lo vendano come farmaco da banco secondo quanto la legge prescrive. Il nostro obiettivo è anche sensibilizzare le associazioni della società civile, perché le overdose non sono un problema solo per chi usa eroina o per chi lavora nei servizi pubblici. Prevenire e ridurre le morti per overdose è un compito che la società tutta deve assumersi.

 Il ruolo che i Servizi per le Dipendenze possono svolgere nel garantire l’accesso al Naloxone è importantissimo, perché significa dare ai consumatori la possibilità di salvare una vita in caso di bisogno.

 Se il vostro Servizio consegna il Naloxone vorremmo discutere con voi e con altri Operatori di come lo consegnate, dei risultati, delle possibilità di ottimizzare questa pratica. Questo potrebbe essere utile a diffondere la buona pratica del THN.
Se invece non lo consegnate, vorremmo affrontare con voi quali siano le ragioni che vi
hanno fatto optare per questa scelta. Il nostro obiettivo è confrontarci con un modello, quello del THN, che ha dimostrato la sua efficacia.

 

La Carovana arriverà a Firenze il 17 gennaio 2019

 

Saremo in città per incontrare gli amministratori locali, gli operatori dei servizi, le associazioni della società civile, le persone che usano sostanze e promuovere il Naloxone e la sua distribuzione come il modo più efficace per evitare le morti per overdose da oppiacei. La Carovana è composta da operatori di strada, medici, ricercatori e persone che usano droghe che da anni sono impegnati nella RdD.

 

Mai senza Naloxone: Firenze, 17 gennaio 2019

Centro Java Invoshop

(dove siamo)

10.00-12.00 Incontro pubblico con la Carovana: non è solo una fiala - Storie attorno al naloxone raccontate da consumatori, operatori e medici.

18.00-23.00 Aperitivo gratuito alcool free, Djset, Performances.

A cura di Centro Java, CAT Cooperativa Sociale, C.T.C.A., Forum Droghe

 

info:

centrojavafi@gmail.com

naloxone.carovana@gmail.com