C.a.t. cooperativa sociale dal 1985 è dalla parte dei diritti di cittadinanza, dell’inclusione sociale e del sostegno alle fasce deboli della popolazione, e dell’innovazione.

Nel campo delle dipendenze, dell’immigrazione, della cultura, della scuola, delle politiche giovanili i nostri progetti e i nostri servizi provano ad affermare e a far vivere, ogni giorno, i valori e le pratiche della cooperazione, della solidarietà e dell’interesse pubblico.


News

"Operatore per la notte" Sono aperte le selezioni per il percorso formativo

 



Destinatari: giovani (18-35 anni) con diploma di scuola media superiore con una conoscenza di base del mondo del divertimento notturno, formale e non, dei consumi di sostanze psicoattive (anche legali), disponibili a lavorare nelle ore notturne almeno 2 volte a settimana.

 

Obiettivi del corso: il percorso ha l'obiettivo di formare e selezionare operatori da inserire all'interno delle equipe che lavorano nei progetti di riduzione dei rischi nei contesti del divertimento giovanile notturno gestiti dalla C.A.T. cooperativa sociale Onlus. Gli operatori formati e selezionati dovranno aver acquisito la capacità di lavorare in equipe, di entrare in relazione con i frequentatori dei contesti della notte e di realizzare interventi preventivi nell’ ambito della riduzione dei rischi e della promozione della salute.

 

Numero partecipanti: verranno selezionati, tramite analisi del curriculum, massimo 15 operatori che parteciperanno alla formazione. Coloro che, al termine della formazione, saranno ritenuti idonei accederanno al tirocinio partecipando a due uscite notturne di avvicinamento al lavoro in affiancamento all’ equipe già esperta.

 

Articolazione del Corso:

Prima fase (30 ore): 6 incontri della durata di 5 ore ciascuno in cui verranno affrontati da docenti esperti i seguenti temi

  1. Introduzione teorica sui contesti sociali e il lavoro di prossimità

  2. La Riduzione del danno: metodologie e tecniche della relazione d’aiuto

  3. Presentazione dei progetti e analisi dei contesti: Notte di Qualità, Città Sicura, UAN, Dispositivi di Mediazione Artistica

  4. Presentazione dei progetti e analisi dei contesti: Extreme

  5. Sostanze psicoattive vecchie e nuove: effetti e stili di consumo

  6. Valutazione del percorso e discussione finale

Seconda fase (20 ore): affiancamento all’ equipe già formata ed esperta, durante alcuni interventi nei contesti del divertimento notturno.

Periodo di Svolgimento: marzo – aprile 2017; indicativamente il mercoledì 09.00 -14.00.

Sede di Svolgimento: Centro Java, via Fiesolana angolo via Pietrapiana e sede C.A.T. cooperativa sociale onlus, via S. Slataper 8, Firenze.

Requisiti per Ammissione: età minima 18 anni. Saranno valutati titoli di studio e competenze inerenti i temi trattati nel percorso di formazione, nonché altre esperienze informali.

Iscrizione e Selezione: per iscriversi inviare via mail una lettera di motivazione allegando curriculum vitae, all’ indirizzo centrojavafi@gmail.com entro il 05 Marzo 2017.

Per informazioni rivolgersi al Centro Java tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 oppure per tel. allo 055/2340884

 

0 Commenti

Come ? Dove ? perché ? ...la droga e i giovani.....alla Sala Gialla

Meno se parla e più aumentano i rischi connessi, ma è sotto gli occhi di tutti la necessità di riaprire il dialogo con le nuove generazioni. Vi aspettiamo ai due incontri aperti ai giovani per confrontarsi su sostanze legali e illegali con gli operatori del Centro Java, che saranno ospitati dal Centro Giovani Sala Gialla a firenze il 22 e 28 febbraio 2017.

 

Il Centro Giovani Sala Gialla è nel quartiere di San Jacopino; è uno spazio dedicato al sostegno, all’ accoglienza e all’ aggregazione sociale di  giovani in età compresa tra gli 11 e i 29 anni  residenti nel territorio cittadino. Operatori qualificati  svolgono insieme ai ragazzi e ragazze attività ludico-educative e artistiche . E’ fornito di n. 2 postazioni internet.  La Sala Gialla e’ in  via  Felice Fontana, 22 è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 19, (orario estivo 16,30 - 19,30); chiusa nel mese di agosto.  

0 Commenti

Aperto il bando per operatori artistici

Il percorso ha l'obiettivo di formare e selezionare artisti da inserire all'interno dell'equipe di lavoro di mediazione artistica. Gli artisti formati e selezionati dovranno aver acquisito la capacità di lavorare in èquipe con gli operatori sociali, di incontrare e sensibilizzare i fruitori della “movida” in maniera poetica e divertente, sul contenimento dei rumori molesti, sulla promozione della salute nei contesti del divertimento, sul rispetto dell’ambiente e della convivenza urbana.

Periodo di Svolgimento: gennaio – febbraio 2017. I giorni saranno indicativamente i giovedì (orario 18.00/22.00), venerdì (orario 10.00/19.00) e sabato (orario 10.00/19.00).
Sede di Svolgimento: Sala Vetrata presso Le Murate in Piazze delle Murate, Firenze.
Requisiti per Ammissione: età minima 18 anni. Saranno valutati titoli di studio e competenze inerenti i temi trattati nel percorso di formazione, nonché l’esperienza maturata nel campo delle arti di strada.
Iscrizione e Selezione: per iscriversi inviare via mail una lettera di motivazione allegando curriculum vitae che specifichi le esperienze artistiche, all’indirizzo info@nottediqualita.it entro il 24 Gennaio 2017.Per informazioni rivolgersi a Valentina Menzella 3382646373
Corso organizzato da C.A.T Cooperativa Sociale Onlus in collaborazione con il Comune di Firenze all’interno del Progetto Regionale Notte di Qualità - Protocollo d’Intesa tra Regione Toscana, Anci Toscana e C.T.C.A. - Delibera della Giunta Regionale Toscana n.1219 del 28 dicembre 2012.

 

Ascolta l'intervista completa a Valentina Menzella

 

Per informazioni dettagliate scaricare il bando completo o consultare la pagina facebook

 

Download
bando_operatori_artistici.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.1 MB
0 Commenti

Corso gratuito T.I.L. Tecnico dell'inserimento lavorativo

Pegaso Network Onlus e C.A.T. Coop. Soc. Onlus

 

presentano

 

Tecnico dell'inserimento lavorativo di persone disabili ed in situazioni di svantaggio (433-Livello 4 EQF)

Il corso è totalmente gratuito, durerà 600 ore (di cui 240 di stage) si terrà nel periodo marzo -settembre 2017 presso la CAT coop. soc. di Firenze (zona statuto).

E’ rivolto a giovani dai 18 ai 29 anni aderenti a garanzia giovani, per maggiori informazioni sui requisiti di accesso scrivete o telefonate ai recapiti indicati.

Il Tecnico dell'inserimento lavorativo di persone disabili e in situazione di svantaggio è una figura necessaria non solo nei servizi propri dell'inserimento lavorativo, ma anche all'interno dell'équipe di molte strutture residenziali presenti nel territorio toscano.

Aree di Attività che compongono la figura: 

 

  • Analisi del percorso personale e delle competenze dell'utente 
  • Analisi dell'offerta lavorativa del territorio 
  • Progettazione del percorso di inserimento
  • Realizzazione, monitoraggio e verifica del percorso d'inserimento
  • Laboratorio Teatro sociale (t.d.o)
  • Laboratorio di autobiografia

 

Per informazioni e iscrizioni

Sabrina Emilio  s.emilio@coopcat.it  -  331 1774856

Giacomo Giusti giacomo.giusti@pegasonet.net - 0556531082

Le iscrizioni devono essere presentate presso il consorzio Pegaso Network entro e non oltre il 28 febbraio 2017

- A mano o per posta via di Casellina 57/F Scandicci (FI)

- Via fax 055/6531109

- Via Mail pegaso@pegasonet.net

- Via Pec pegasonetwork@pec.it

 

 

Download
1535_SchedaInformativaCorsoTIL.odt
Open Office Writer 61.4 KB
Download
scheda informativa til cat.pdf
Documento Adobe Acrobat 145.5 KB

Una indagine sullo sfruttamento lavorativo a Firenze

 

Siamo lieti di invitarvi, giovedì 12 gennaio, alla presentazione della ricerca C.A.T. Coop. Soc. CGIL FILT "Logistica e sfruttamento lavorativo" un’indagine nel territorio fiorentino che si terrà il 12 gennaio 2017

ore 9, 30 Camera del lavoro, Borgo dei Greci 3 – Firenze. Sarà presentata una ricerca a cura di C.A.T. e saranno riportate numerose testimonianze delle lavoratrici e dei lavoratori della filt cgil.

0 Commenti

La ragazza con gli anfibi e altre storie stupefacenti

 

Il 15 dicembre alle ore 18.00, presso il Centro Java Infoshop, la presentazione del libro "La ragazza con gli anfibi e altre storie stupefacenti" (Nobook ed.). Con l’autore, Alessio Guidotti, interverranno le/gli operator* del Java.
La ragazza con gli anfibi è il primo di vari racconti ambientati in contesti sociali differenti. Quello che accomuna i protagonisti è l’avere un rapporto con le sostanze stupefacenti. Sono giovani, meno giovani o anziani, donne e uomini indifferentemente, abili e disabili. Persone diverse una dall’altra come diverso in ognuno è il motivo per cui si ha un consumo di sostanze.
La ragazza con gli anfibi delinea un quadro di quello che sono oggi i consumi di sostanze stupefacenti, senza cadere in stereotipi e pregiudizi, facendo prevalere la storia della persona che consuma droga, il rapporto che si crea con quest’ultima e il ruolo che svolge nella vita quotidiana.

0 Commenti

I 30 anni del Cannocchiale

Il Cannocchiale, operativo dal 1986, è un programma terapeutico riabilitativo per persone dipendenti da sostanze legali e illegali gestito dal Servizio Tossicodipendenze Firenze Nord-Ovest della Azienda Sanitaria di Firenze in collaborazione con la Cooperativa Sociale C.A.T.  

Le persone inserite nel programma continuano a vivere con le proprie famiglie e sono impegnate per diverse ore al giorno in attività riabilitative.

Il Programma si articola in 4 aree di intervento: la frequenza del centro diurno, l’inserimento in un progetto educativo di lavoro attraverso una convenzione con aziende presenti nella zona di residenza dell’utente, il supporto alla famiglia, la psicoterapia individuale. 

Il Centro ospita utenti tossicodipendenti in fase di riabilitazione. La frequenza iniziale è mattutina, per un periodo di preparazione al programma pomeridiano e serale.

E' costante la presenza di due operatori insieme agli utenti. Le attività riguardano principalmente la conduzione del centro, la produzione video fotografica, la fruizione e il commento di opere d’arte, attività motorie e sportive.

 

0 Commenti

Rom e lavoro, un seminario a Firenze

Durante il seminario verranno raccontati esempi di esperienze lavorative sul territorio fiorentino che hanno riguardato a vario titolo gli/le abitanti dei due villaggi rom del Poderaccio. In particolare, sarà presentata la ricerca “Servizi e Poderaccio” svolta da Sara Bacherini e Giulia Coccoloni sulle relazioni intercorse tra i principali servizi sociosanitari territoriali e gli/le abitanti del Poderaccio; verrà raccontata la loro esperienza diretta come operatrici nel servizio che da anni si occupa dei villaggi rom. Presenteranno infine un progetto europeo sulla partecipazione attiva dei/delle giovani rom che ha visto coinvolti un gruppo di ragazzi/e residenti al Poderaccio.

0 Commenti