C.a.t. cooperativa sociale dal 1985 è dalla parte dei diritti di cittadinanza, dell’inclusione sociale e del sostegno alle fasce deboli della popolazione, e dell’innovazione.

Nel campo delle dipendenze, dell’immigrazione, della cultura, della scuola, delle politiche giovanili i nostri progetti e i nostri servizi provano ad affermare e a far vivere, ogni giorno, i valori e le pratiche della cooperazione, della solidarietà e dell’interesse pubblico.


News

Nuovo ciclo di incontro per i genitori presso la ludoteca "Nidiaci"

Ad aprile tornano gli incontri presso la ludoteca Nidiaci in Via Maffia, 25, una importante occasione di confronto e crescita in uno spazio dedicato all'infanzia nel centro storico di Firenze. Gli incontri affrontano singole tematiche, e allo stesso tempo permettono anche il confronto e il racconto delle proprie esperienze in un ambiente confidenziale, l'ingresso è gratuito.

0 Commenti

SPAZIO PSICOLOGICO EPOCHE' presenta: MEDITAZIONE CREATIVA

Si terranno martedì 11 e 18 aprile alle ore 21,00 gli incontri esperienziali di un'ora e mezzo ciascuno per entrare in contatto con se stessi, le proprie sensazioni, emozioni, pensieri e desideri. 

Attraverso tecniche di rilassamento, visualizzazioni guidate e meditazioni provenienti da diverse tradizioni spirituali antiche e contemporanee, troveremo soluzioni creative per gestire ansia e stress dovuti ai ritmi quotidiani. Sarà possibile partecipare anche ad un singolo incontro.

Gli incontri saranno condotti da Barbara Tinti e Giulia Bellini - Psicologhe e Psicoterapeute

presso New Staz, via Attavante, n.5 Ponte a Greve (FI). E' necessaria la prenotazione.


INFO&Prenotazioni:

servizioepoche@gmail.com

tel. 335 8243770

www.newstaz.it

0 Commenti

Tra inclusione ed esclusione, una storia sociale dell’educazione dei Rom e Sinti in Italia

 

Si è conclusa lunedì 27 febbraio 2017 con l’intervento di Luca Bravi la serie di incontri formativi rivolti agli operatori e alle operatrici dell’area Rom e minoranze della Cooperativa Cat e dei servizi rivolti agli alunni rom della Cooperativa Cepiss, finanziati da Foncoop. L’ultima lezione, appunto, dal titolo: “Tra inclusione ed esclusione: Una storia sociale dell’educazione dei Rom e Sinti in Italia”, ha visto la partecipazione anche di numerose insegnanti delle scuole del Quartiere 4 oltre alla vice direttrice della BiblioteCanova che ha espresso la sua soddisfazione per lo svolgersi dell’incontro proprio all’interno della biblioteca del Quartiere 4.  

Luca Bravi ricercatore e in passato docente presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione dell’Università di Firenze, ha saputo stimolare l’interesse degli uditori ricostruendo un percorso storico dalla Seconda Guerra Mondiale ai giorni nostri, fatto di legami e reti familiari del popolo rom e sinti.

Interessanti sono stati gli aneddoti riportati e le testimonianze raccolte negli anni dal ricercatore sul Porrajmos, come importanti sono state le notizie legate al contesto dei Sinti pratesi anche in un ottica di confronto sul lavoro svolto dagli operatori e dalle operatrici di Firenze.

Di diversa struttura e contenuto ma altrettanto stimolanti sono stati invece gli incontri formativi tenutisi da Carlotta Saletti Salza e Sabrina Tosi Cambini.

Entrambe antropologhe, ricercatrici presso l’Università di Verona e di Firenze, specializzate sul tema dei Rom, oltre ad aver ribadito alcuni concetti antropologici in materia e ad aver raccontato le loro esperienze di ricercatrici sul campo nel contesto torinese (Saletti Salza) e toscano (Tosi Cambini), hanno utilizzato alcuni strumenti interattivi per stimolare il dibattito e la riflessione sul posizionamento degli/delle stessi/e operatori e operatrici all’interno di un servizio, quello rivolto ai minori rom del Poderaccio, che sta modificando la sua impostazione in virtù dei cambiamenti contestuali avvenuti nell’ultimo anno.

Nel primo dei due incontri con Carlo Saletti Salza, tenutosi il 07/11/2016, dal titolo “Quali rappresentazioni sugli alunni rom e le loro famiglie? Riflettere attraverso una prospettiva temporale”, la ricercatrice ha raccolto le opinioni e le sensazioni dei/delle operatori/trici che da anni svolgono un importante lavoro con i minori dei due villaggi di Firenze e ha inserito tali osservazioni in un contesto più ampio rispetto alla relazione tra scuola e famiglie rom. Nel secondo incontro (13/02/2017) Carlotta Saletti Salza si è dedicata all’approfondimento di quanto emerso la volta prima con una discussione in plenaria. Nella giornata formativa del 28/11/2016 con Sabrina Tosi Cambini: Antiziganismo: strumenti interpretativi e fenomenologia contemporanea, la ricercatrice pur con continui rimandi alle teorie antropologiche e alle basi teoriche su qui si sviluppano i dibattiti contemporanei sull’antiziganismo, ha stimolato l’attenzione e la partecipazione dei/delle operatori/trici attraverso lavori in gruppo e discussioni in plenaria. Determinante per il confronto con un’altra realtà è stato poi l’incontro del 12/12/2016 conl’Associazione di promozione sociale “Chi rom e…chi no” di Napoli.

I nostri due ospiti con semplicità e disponibilità nel rispondere a tutte le curiosità emerse hanno raccontato “L’esperienza dell’associazione Chi rom e… chi no nel quartiere napoletano di Scampia: interventi culturali, pedagogici e sociali intorno all’idea di città come luogo di inclusione. Approfondimenti su “A Kumpania”, impresa sociale di donne rom e italiane” .

E’ stato propositivo poter osservare come con l’impegno e la determinazione sia possibile sviluppare esperienze positive sul territorio coinvolgendo e facendo intrecciare tra loro i vissuti delle famiglie rom e di quelle non rom che vivono talvolta le stesse situazioni di difficoltà.

 

0 Commenti

Torna il Lab rap SBARRE MIC CHECK con un live alle Murate giovedì 9 marzo

Dopo aver realizzato  mixtape Area Mic Check, ascoltabile a questo link prodotto del laboratorio hip hop del 2016 dello Spazio Giovani C.U.R.E. nel 2017 stiamo creando un progetto collettivo che raccoglierà MC's e producer da Firenze al fine di realizzare nuove produzioni, i laboratori e le registrazioni si tengono presso il centro giovani Sala Gialla e lo Spazio Giovani Cure.

Per conoscere meglio il progetto vi aspettiamo giovedì 9 marzo presso Le Murate Caffè Letterario Firenze con lo showcase in cui si esibiranno i giovani rappers oltre a A.n.d. (menti criminali) e Charlie Dakilo.  Se volete far parte della squadra  vi aspettiamo con rime, beats e freestyle.

 

Sbarre Mic Check - progetto di C.a.t. cooperativa Sociale che usa il rap e la street art come strumento di emancipazioni sociale tra i giovani e i detenuti dell'area fiorentina. Il laboratorio si svolge attualmente il martedì presso il centro giovani SALA GIALLA (Q1 Comune di Firenze) e Spazio Cure (Q2 - Comune di Firenze - Lab Band). L' evento presso Le Murate è organizzato in collaborazione con Cambiamusica!-Firenze un 'associazione culturale nata nel 2000 a Firenze che realizza progetti artistici e musicali con particolare attenzione alla partecipazione dei più giovani e proponendo schemi e temi sia classici che sperimentali, con iniziative e manifestazioni volte a favorire la creatività e l'espressione libera dei nuovi artisti.  

 

0 Commenti

Dall’automonitoraggio via web
 alla consulenza nei servizi:
l’approccio di autoregolazione 
per consumatori “invisibili”

Nel momento in cui le politiche di lotta al consumo di droga non registrano novità sostanziali nella strategia, segnaliamo una importante occasione di confronto con la giornata di studio che si terrà:

 

 

Lunedì 27 marzo 2017


Aula formazione 
palazzina 31

Area San Salvi
Via San Salvi, 12 – Firenze

 

Programma

 

 

Ore 9,30: Saluti
 Lorenzo Roti, dirigente settore Diritti di cittadinanza e coesione sociale Regione Toscana.

 

Ore 10 Introduzione
Lo sviluppo del progetto toscano
 “Consumatori invisibili” 
Grazia Zuffa, Forum Droghe.

 

 

Ore 10,30
 Il modello di autoregolazione: i punti chiave, i punti di forza, le aree problema
 Susanna Ronconi, Forum Droghe - L’automonitoraggio via web per consumatori di cocaina e di cannabis
Stefano Bertoletti, Forum Droghe e CTCA.

 

Ore 11,30 Dibattito
L’approccio di autoregolazione in setting innovativi (Firenze e Napoli).

 

Ore 12 
Alcuni casi di consulenza vis a vis
Federica Gamberale – Centro Java, Firenze.

 

Ore 13-14 pausa pranzo.

 

Ore 14
 L’esperienza di Mama Coca a Napoli
Chiara Cicala, psicologa, Asl Napoli 1.

 

Ore 15 
Il modello di autoregolazione nei SerD: spunti per l’applicazione nel sistema dei servizi
Stefano Vecchio, Dipartimento Dipendenze Asl Napoli 1.

Ne discutono con lui: Marco Becattini (Dipartimento Dipendenze Ausl Toscana sud est), Guido Intaschi (responsabile SerD di Viareggio), Antonella Manfredi (dipartimento Salute Mentale e Dipendenze Asl Toscana centro)

 

16,30 Conclusioni
 Maria Stagnitta (presidente Forum Droghe) e
Fabrizio Mariani (presidente CTCA)

 

ISCRIZIONE OBBLIGATORIA E GRATUITA


 

Posti limitati Sarà data priorità agli operatori della Regione Toscana

Scadenza delle iscrizioni: 24 marzo 2017
Per iscriversi compilare il form al link:

http://formazione.fuoriluogo.it/selfregulation

 

Per informazioni scrivere a: segreteria@forumdroghe.it oppure a segreteria@cnca.it

 

 

0 Commenti

"Operatore per la notte" Sono aperte le selezioni per il percorso formativo

 



Destinatari: giovani (18-35 anni) con diploma di scuola media superiore con una conoscenza di base del mondo del divertimento notturno, formale e non, dei consumi di sostanze psicoattive (anche legali), disponibili a lavorare nelle ore notturne almeno 2 volte a settimana.

 

Obiettivi del corso: il percorso ha l'obiettivo di formare e selezionare operatori da inserire all'interno delle equipe che lavorano nei progetti di riduzione dei rischi nei contesti del divertimento giovanile notturno gestiti dalla C.A.T. cooperativa sociale Onlus. Gli operatori formati e selezionati dovranno aver acquisito la capacità di lavorare in equipe, di entrare in relazione con i frequentatori dei contesti della notte e di realizzare interventi preventivi nell’ ambito della riduzione dei rischi e della promozione della salute.

 

Numero partecipanti: verranno selezionati, tramite analisi del curriculum, massimo 15 operatori che parteciperanno alla formazione. Coloro che, al termine della formazione, saranno ritenuti idonei accederanno al tirocinio partecipando a due uscite notturne di avvicinamento al lavoro in affiancamento all’ equipe già esperta.

 

Articolazione del Corso:

Prima fase (30 ore): 6 incontri della durata di 5 ore ciascuno in cui verranno affrontati da docenti esperti i seguenti temi

  1. Introduzione teorica sui contesti sociali e il lavoro di prossimità

  2. La Riduzione del danno: metodologie e tecniche della relazione d’aiuto

  3. Presentazione dei progetti e analisi dei contesti: Notte di Qualità, Città Sicura, UAN, Dispositivi di Mediazione Artistica

  4. Presentazione dei progetti e analisi dei contesti: Extreme

  5. Sostanze psicoattive vecchie e nuove: effetti e stili di consumo

  6. Valutazione del percorso e discussione finale

Seconda fase (20 ore): affiancamento all’ equipe già formata ed esperta, durante alcuni interventi nei contesti del divertimento notturno.

Periodo di Svolgimento: marzo – aprile 2017; indicativamente il mercoledì 09.00 -14.00.

Sede di Svolgimento: Centro Java, via Fiesolana angolo via Pietrapiana e sede C.A.T. cooperativa sociale onlus, via S. Slataper 8, Firenze.

Requisiti per Ammissione: età minima 18 anni. Saranno valutati titoli di studio e competenze inerenti i temi trattati nel percorso di formazione, nonché altre esperienze informali.

Iscrizione e Selezione: per iscriversi inviare via mail una lettera di motivazione allegando curriculum vitae, all’ indirizzo centrojavafi@gmail.com entro il 05 Marzo 2017.

Per informazioni rivolgersi al Centro Java tutti i pomeriggi dal lunedì al venerdì dalle 15.00 alle 19.00 oppure per tel. allo 055/2340884

 

0 Commenti

Come ? Dove ? perché ? ...la droga e i giovani.....alla Sala Gialla

Meno se parla e più aumentano i rischi connessi, ma è sotto gli occhi di tutti la necessità di riaprire il dialogo con le nuove generazioni. Vi aspettiamo ai due incontri aperti ai giovani per confrontarsi su sostanze legali e illegali con gli operatori del Centro Java, che saranno ospitati dal Centro Giovani Sala Gialla a firenze il 22 e 28 febbraio 2017.

 

Il Centro Giovani Sala Gialla è nel quartiere di San Jacopino; è uno spazio dedicato al sostegno, all’ accoglienza e all’ aggregazione sociale di  giovani in età compresa tra gli 11 e i 29 anni  residenti nel territorio cittadino. Operatori qualificati  svolgono insieme ai ragazzi e ragazze attività ludico-educative e artistiche . E’ fornito di n. 2 postazioni internet.  La Sala Gialla e’ in  via  Felice Fontana, 22 è aperta dal lunedì al venerdì dalle ore 16 alle ore 19, (orario estivo 16,30 - 19,30); chiusa nel mese di agosto.  

0 Commenti

Aperto il bando per operatori artistici

Il percorso ha l'obiettivo di formare e selezionare artisti da inserire all'interno dell'equipe di lavoro di mediazione artistica. Gli artisti formati e selezionati dovranno aver acquisito la capacità di lavorare in èquipe con gli operatori sociali, di incontrare e sensibilizzare i fruitori della “movida” in maniera poetica e divertente, sul contenimento dei rumori molesti, sulla promozione della salute nei contesti del divertimento, sul rispetto dell’ambiente e della convivenza urbana.

Periodo di Svolgimento: gennaio – febbraio 2017. I giorni saranno indicativamente i giovedì (orario 18.00/22.00), venerdì (orario 10.00/19.00) e sabato (orario 10.00/19.00).
Sede di Svolgimento: Sala Vetrata presso Le Murate in Piazze delle Murate, Firenze.
Requisiti per Ammissione: età minima 18 anni. Saranno valutati titoli di studio e competenze inerenti i temi trattati nel percorso di formazione, nonché l’esperienza maturata nel campo delle arti di strada.
Iscrizione e Selezione: per iscriversi inviare via mail una lettera di motivazione allegando curriculum vitae che specifichi le esperienze artistiche, all’indirizzo info@nottediqualita.it entro il 24 Gennaio 2017.Per informazioni rivolgersi a Valentina Menzella 3382646373
Corso organizzato da C.A.T Cooperativa Sociale Onlus in collaborazione con il Comune di Firenze all’interno del Progetto Regionale Notte di Qualità - Protocollo d’Intesa tra Regione Toscana, Anci Toscana e C.T.C.A. - Delibera della Giunta Regionale Toscana n.1219 del 28 dicembre 2012.

 

Ascolta l'intervista completa a Valentina Menzella

 

Per informazioni dettagliate scaricare il bando completo o consultare la pagina facebook

 

Download
bando_operatori_artistici.pdf
Documento Adobe Acrobat 3.1 MB
0 Commenti